Consigli

L’ALIMENTAZIONE:
I nostri maltesi sono abituati alle crocchette pertanto non entro in merito a Dieta Casalinga e BARF.
La razione giornaliera (indicata sulla confezione) è da dividere in 3 pasti fino ai 6 mesi e poi in 2 pasti.
All’età di un anno passare alle crocchette per adulti.
CONTROLLARE SULLA CONFEZIONE LE QUANTITA’ GIORNALIERE AL VARIARE DELL’ETÀ.

Se dovesse succedere che il cane vomiti liquido giallo o schiuma significa che è stato troppo tempo a digiuno; sono infatti succhi gastrici. Rivedere gli orari oppure dare uno spuntino (un pezzetto di mela, carota, ecc)
Eventuali cambi di alimentazione (marche differenti) vanno fatti gradualmente nel seguente modo:
1a settimana: 75% di crocchette “vecchie” e 25% di crocchette “nuove”
2a settimana: 50% di crocchette “vecchie” e 50% di crocchette “nuove”
3a settimana: 25% di crocchette “vecchie” e 75% di crocchette “nuove”
4a settimana: 100% crocchette nuove

L’acqua DEVE essere sempre a disposizione, fresca e pulita.

IL BAGNO:
Il maltese è un cane a pelo lungo, privo di sottopelo e che si sporca molto facilmente. Anche la semplice polvere e lo smog della città possono provocare pruriti che spesso sfociano in dermatiti. La miglior cura è infatti il lavaggio frequente. Il veterinario vi dirà che il cane va lavato 1 volta al mese o, peggio, 3-4 volte l’anno. Per il maltese questa regola non vale ma i veterinari non conoscono le caratteristiche soggettive di tutte le razze; questi argomenti non sono infatti pertinenti alla medicina veterinaria. Il maltese va lavato una volta ogni 7-10 giorni con prodotti professionali, bastano pochi prodotti e sarà un momento bellissimo sia per voi che per il vostro cucciolo.

I primi bagni dovranno essere veloci e dolci, facendo si che il cucciolo non si spaventi. Parlare sempre facendogli complimenti.


Ecco le fasi del bagno:
  1. Mettere il cane nel lavandino/vasca e bagnare benissimo il pelo facendo aderire la doccetta al corpo;
  2. Prendete lo shampoo (1 cucchiaio) e diluitelo in 500ml di acqua tiepida;
  3. Versare la miscela su tutto il corpo facendo attenzione a non farla entrare negli occhi e nelle orecchie e a non versarla sul naso (i cani non respirano con la bocca);
  4. Strofinare insistendo dove il pelo è più sporco;
  5. Risciacquare benissimo lo shampoo;
    • Dopo le prime volte utilizzare anche la guaina in questo modo:
    •         🐾 Prendete la guaina (1 cucchiaio) e diluitela in 500ml di acqua tiepida aiutandovi con un minipimer per miscelare il tutto;
    •         🐾 Versare la miscela sul pelo prestando particolare attenzione alle zone nascoste (ascelle e pancia in particolar modo);
    •         🐾 Aspettare un paio di minuti affinché il prodotto penetri (la guaina non va risciacquata – il balsamo si);
  6. Strizzare il pelo con le mani eliminando l’acqua in eccesso;
  7. Avvolgere il cane dolcemente in un asciugamano tiepido;
    • Se avete usato la guaina effettuate questo passaggio fondamentale:
    •          🐾 Avvolto nell’asciugamano posizionatelo sotto al phon (se dovesse aver paura è normale, mettetelo a media velocità e potenza) per 10 minuti.
  8. Spazzolare sempre nel verso del pelo, sotto al getto del phon, iniziando dalla pancia, passando per fianchi, schiena, zampe e infine la testa.

Una volta che il pelo è completamente asciutto procedere a fare il ciuffetto sulla testa, non importa se non sarà perfetto, serve ad abituarlo.
Per la toelettatura e l’igiene quotidiana cercate di abituare il cucciolo a stare sul tavolo, evitando di spazzolarlo in braccio.
Alla fine fategli tantissimi complimenti in modo che associ il bagno a qualcosa di piacevole.
Meglio abituare il cucciolo ad esser lavato e manipolato sin da piccolo.

LA TOELETTATURA:
Ogni giorno è necessario dedicare qualche minuto al nostro maltese infatti bisogna:
  1. Spazzolare il cane ma questo dipende dalla marca di prodotti utilizzata (quella che usiamo noi non lo prevede ma vi spiego ugualmente come fare);
  2. Rifare il ciuffetto sulla testa;
  3. Rilegare i baffi;
  4. Pulire gli occhi rimuovendo le cispe all’angolo dell’occhio con un pettine a denti stretti. Se troppo secche inumidirle con un po’ di acqua.

NON usare acqua borica sugli occhi durante la pulizia quotidiana e nemmeno per la lacrimazione.
Per la cura quotidiana occorre innanzitutto avere a disposizione un tavolo sul quale mettere un asciugamano oppure un tappetino antiscivolo.



Per aiutarvi vi mostro l’attrezzatura necessaria per riuscire a gestire il pelo in autonomia.

    • 🐾 Spazzola
    • 🐾 Pettine a denti larghi
    • 🐾 Pettine a denti larghi/stretti
    • 🐾 Pettine a denti rotanti
    • 🐾 Pettine a coda
    • 🐾 Elastici professionali (si trovano nei negozi che vendono accessori ed attrezzatura da expo)
    • 🐾 Forbici per elastici


Si spazzola, come già detto, usando sempre un condizionatore che non deve inzuppare il pelo ma renderlo umido.

Come per i capelli lunghi, si procede per ciocche tenendo il pelo alla radice e spazzolando pian piano tutta la ciocca nella sua lunghezza.

Nel caso si trovassero nodi occorre aprirli con le mani e successivamente usare il pettine a denti larghi, dopo aver spruzzato uno scioglinodi ed averlo lasciato agire qualche minuto..

Una volta spazzolato tutto il cane ed aver rimosso eventuali nodi si passa delicatamente il pettine a denti rotanti.

Una volta che il cane è ben spazzolato e privo di nodi bisogna dividere il pelo sulla schiena (scriminatura): bisogna cercare di mettere il cane dritto e, partendo dalla coda, seguire la spina dorsale del cane con il pettine a coda sino ad arrivare al cranio passando tra le scapole.


Per quanto riguarda il ciuffetto, vanno tagliati eventuali elastici (non si riutilizzano perché sfilandoli si strappa tantissimo pelo) con la forbice per elastici e va prima spazzolato e poi pettinato il ciuffo.

Dopodiché partendo dall’angolo esterno dell’occhio ed arrivando all’attaccatura delle orecchie si crea una sezione e si mette il primo elastico. In base alla lunghezza del pelo si mettono anche gli altri in modo che il ciuffo resti in ordine. Il pelo non deve essere tirato ma morbido. Gli elastici utilizzati sono 5/16” di media grandezza e leggeri, esistono vari colori (li troverete come 5/16” medium light weight).

Per i baffi vale lo stesso discorso del ciuffetto ovvero tagliare gli elastici, spazzolare e pettinare.

Si prendono i peli nella sezione che parte dal naso fino ad arrivare al labbro superiore e si mette il primoelastico. Si tira leggermente verso l’alto in modo che i baffi non vadano in bocca e si mettono gli altri elastici in modo che restino in ordine. Bisogna fare attenzione a non prendere i peli dell’occhio e quelli del labbro inferiore.

COSE IMPORTANTI:
Il maltese non va MAI tosato. Va sempre e solo tagliato a forbice, preferibilmente dopo l’anno per evitare che il pelo si danneggi diventando mosso.

Nonostante alcuni toelettatori lo facciano, il pelo intorno agli occhi NON va tagliato. Protegge gli occhi dalla polvere e una volta tagliato il pelo sarà indurito, entrerà negli occhi, irritandoli e provocando la lacrimazione.

© Copyright 2016 Biscaya. Be nice.